Tandem Europe arriva a scoprire le Case del Quartiere di Torino

Tandem Europe arriva a scoprire le Case del Quartiere di Torino

Facebooktwittergoogle_plusmail

Tra il 20 e il 27 Marzo 2018 la Rete delle Case del Quartiere ha accolto Edvin Lamce, il nostro Tandem Partner per lo sviluppo del progetto “Bashkë. Let’s create our spaces“. Edvin lavora per la Gjirokastra Fundacioni che gestisce progetti culturali nella cittadina di Gijorkastra in Albania. Come lo abbiamo accolto? Con un incredibile tour guidato all’interno delle otto Case del Quartiere di Torino, alla scoperta degli spazi e dei progetti che ruotano all’interno di ognuna di esse.

 

Mercoledì 21 marzo mattina 
+SpazioQuattro

Siamo partiti esplorando +SpazioQuattro, la Casa del Quartiere di San Donato. Qui ad accoglierci abbiamo trovato Stefano Romano, uno degli operatori della Casa, che ci ha raccontato di come questo spazio sia un luogo generativo di incontri, idee e progettualità. Vengono accolte attività differenti: dalla Ludoteca dei Girini, spazio autogestito dedicato alle famiglie, alla rassegna di teatro “Piccole Storie“, importante attrazione culturale del territorio. +SpazioQuattro supporta e ospita il gruppo di cittadini attivi “Gli amici di Piazza Paravia” che si prende cura della piazza davanti alla Casa, promuovendo il principio di spazio pubblico bene comune.

Cosa stanno facendo quelle signore anziane?

Niente Edi, è una lezione di ginnastica dolce nel salone: tutti i mercoledì mattina arrivano le signore del quartiere

Signore vi siete iscritte al progetto Un quartiere al Museo? Abbiamo ancora alcune tessere di Abbonamento Musei Piemonte gratuite per over 65!“.


 

Mercoledì 21 marzo pomeriggio 
Barrito

Arriviamo al Barrito, la Casa del Quartiere di Nizza Millefonti, per pranzare con Marialessandra Sabarino presidente della Rete delle Case del Quartiere APS.

Dopo il pranzo, Gianluca Vacha, operatore della Casa, ci porta a scoprire le caratteristiche di questa Casa: le attività per famiglie legate alla ristorazione come “Mamma e Papà in Libera” o “Stasera cucino io”, che permettono ai più piccini di avvicinarsi al mondo del cibo scoprendone le forme e i colori.

Visitiamo anache la piccola Foresteria del Barrito, nata per ospitare le famiglie dei malati di lunga degenza del vicino Ospedale Molinette, e le Docce Pubbliche poste al secondo piano della Casa, un fondamentale servizio di presidio sanitario per il quartiere.


 

Giovedì 22 marzo mattina
Casa nel Parco

Paola Monasterolo ci porta a scoprire Casa nel Parco, la Casa del Quartiere a Mirafiori Sud, la cui struttura si trova completamente immersa nel Parco Colonnetti.

Le aree verdi limitrofe alla struttura sono state realizzate con il progetto “Garden in progress” nel 2012 e tutt’oggi accolgono spettacoli e concerti all’aperto.

Gli spazi interni invece accolgono attività proposte da associazioni che vogliono accrescere il tessuto socio-culturale del quartiere, come ad esempio la “Ludoteca Autogestita” nata proprio quest’anno da un gruppo spontaneo di cittadini.

Dopo il pranzo alla Locanda nel Parco, che offre un servizio di “Mensa Popolare” garantendo ogni giorno almeno 10 pasti per persone segnalate dai servizi e dalle associazioni locali, siamo saliti sul tetto verde calpestabile di Casa nel Parco dove ci siamo orientati attraverso le montagne all’orizzonte.


 

Giovedì 22 marzo pomeriggio
Casa di Quartiere Vallette

Arriviamo alla Casa di Quartiere Vallette dove troviamo Marta Belotti che ci fa scoprire il grande teatro popolare ipogeo, le sale prova e gli spazi di aggregazione dove i protagonisti sono i suoni e le luci di Stalker teatro, la cooperativa che gestisce gli spazi performativi di Officine Kaos e la Casa del Quartiere.

Casa di Quartiere Vallette ospita anche WebRadio, la radio che racconta il quartiere è da voce al territorio attraverso i suoi abitanti.


 

Giovedì 22 marzo sera
Bagni Pubblici di Via Agliè

La giornata si è conclusa ai Bagni Pubblici di Via Agliè, la Casa del quartiere di Barriera di Milano, dove troviamo Erika Mattarella che ci presenta i vari “abitanti” della Casa.

I Bagni Pubblici prendono il nome dalla presenza delle Docce Pubbliche, riaperte nel 2009 dopo 30 anni di abbandono. Un fondamentale presidio sanitario territoriale, basti pensare che vengono erogate oltre 90 docce ogni giorno!

Dal 2011 è presente la sartoria Baobab Couture, diretta dal sarto senegalese Malick Niang, che oltre a sviluppare linee di abiti dallo stile fusion, propone anche corsi di cucito e sartoria per grandi e piccini.

Barriera di Milano è un quartiere periferico e cosmopolita, che presenta molteplici culture e tradizioni; un tema caro alla Casa è quello di favorire l’integrazione e la sicurezza degli abitanti sperimentando progetti di cittadinanza attiva, come ad esempio il progetto “On the Road“. Attraverso l’uso dello spazio pubblico e la collaborazione di enti locali,  il progetto favorisce lo sviluppo di relazioni tra i commercianti di lunga dats del quartiere e quei cittadini che hanno recentemente deciso di abitare o aprire attività commerciali nel quartiere.

Un anno fa, all’interno dei Bagni Pubblici , ha aperto il Bistrot Acqua Alta. E indovinate come abbiamo concluso la giornata? Tra vino e piatti prelibati con il tradizionale concerto della rassegna del giovedì sera “Gocce di Musica”.


 

Venerdì 23 marzo mattino
Cascina Roccafranca

Cascina Roccafranca è la Casa del Quartiere di Mirafiori Sud e, come ci racconta Gianna di Gennaro, rappresenta uno dei primi esempi di progettazione partecipata della Città di Torino.

I suoi spazi infatti sono stati immaginati e progettati insieme ai cittadini del quartiere attraverso un processo attivato nel 2000 che ha portato all’inaugurazione nel 2007 della struttura: una cascina del XVII secolo completamente ristrutturata con oltre 2500 mq di spazi a disposizione dei cittadini.

Edvin è rimasto colpito dall’area “accoglienza” situata all’ingrasso della struttura: una sorta di filtro tra utenti e pubblico provenienti da fuori e volontati, operatori e personale che invece che rendono viva la struttura al suo interno con corsi, attività, sportelli ed eventi.


 

Venerdì 23 marzo pomeriggio
HUB Cecchi Point

Il tour nelle 8 Case del Quartiere prosegue con la visita dell’HUB Cecchi Point la Casa del Quartiere di Aurora, dove Simona Guandalini ci spiega che la struttura è caratterizzata dalla presenza di attività educative gestite dell’Associazione Il Campanile Onlus, che dal 1997 cerca di contrastare il disagio giovanile proponendo attività di supporto rivolte a  famiglie e ragazzi in difficoltà.

Il Cecchi Point è conosciuto in città anche poichè ospita  le Officine Creative. Lo spazio accoglie differenti corsi ed attività, che vanno dalla falegnameria alla CicloOfficina Popolare, e dove è possibile visitare la Collezione Giovanni Stella: una collezione di biciclette risalenti al periodo 1920 – 1970.


 

Lunedì 26 marzo mattina
Casa del Quartiere di San Salvario

Ultima fondamentale tappa della nostra esplorazione è la Casa del Quartiere di San Salvario, dove Giulia Cerrato ci porta a scoprire l’edificio in stile liberty dei primi del ‘900 degli ex bagni pubblici del quartiere.

L’edificio, abbandonato negli anni ’80, viene riqualificato e riaperto al pubblico nel 2010: al suo interno gli spazi accolgono molteplici attività. Dagli sportelli di consulenza gratuita ai corsi, dai laboraotori alle rassegna culturali, dal cinema alle feste associative, dalla ludoteca “Intorno al cortile” all’ALveare San Salvario. Non solo spazi per organizzare iniziative culturali, ma anche servizi quali supporto alla progettazione e fundraising per trasformare le idee dei cittadini in progetti veri.

CeloCelo, per esempio, è un progetto che ha come obiettivo quello di allungare la vita degli oggetti vecchi, supportando allo stesso tempo le famiglie in difficoltà che hanno bisogno di beni materiali. Portofranco Summer Night è invece il progetto che vede la collaborazione con l’associazione Cineteatro Baretti nella realizzazione di una rassegna di film all’aperto, dove a rendere particolare l’evento è la modalità del “silent movie”, ovvero l’utilizzo di cuffie wireless per migliorare la qualità dell’audio e per non recare disturbo ai vicini.


 

Ma la settimana non finisce qui. Scopri il workshop “Welcome Edvin: Tandem Europe arriva a Torino!”  dove abbiamo invitato 7 organizzazioni torinesi a immaginare gli sviluppi del nostro progetto “Bashkë: let’s create our space“!

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_plusyoutubeinstagrammail