Eroi per casa: atti coraggiosi in luogo pubblico

Un progetto di Audience Engagement che ha partecipato e vinto il bando Open Community di Compagnia di San Paolo con l’intento di ampliare e diversificare i pubblici della programmazione culturale delle Case del Quartiere, rafforzando il capitale culturale, sociale e creativo dei territori e attivando metodologie e strumenti concreti per implementare l’approccio audience-centric che caratterizza le Case.

 

Eroi per Casa ha avuto luogo tra Settembre 2019 e Maggio 2021, subendo un periodo di forte rallentamento a causa della pandemia e delle misure di contenimento del virus (lockdown, distanziamento, chiusura di spazi ed attività culturali). Il progetto ha previsto un percorso di capacity building degli operatori, affiancato dalla sperimentazione di azioni pilota di audience engagement in ogni Casa del Quartiere e un’azione di audience engagement trasversale a tutte le Case del Quartiere.

Il capacity building è stato anche lo spazio dedicato alla rielaborazione teorica, alla valutazione e modellizzazione ed alla definizione di obiettivi e strategie a lungo termine: i materiali e le riflessioni contenute in questo toolkit nascono dall’analisi dell’esperienza “sul campo” e dalle rielaborazioni teoriche ad opera del gruppo di formazione.

 

Eroi per Casa si pone i seguenti obiettivi:

 

  • aumento della partecipazione del pubblico delle CdQ nella definizione, creazione ed implementazione della programmazione culturale;
  • definizione di un approccio specifico delle CdQ alla programmazione culturale e realizzazione di Piani strategici per metterle in atto;
  • sperimentazione di interventi innovativi di Audience Engagement per definire modelli e metodologie che diventino patrimonio delle CdQ e prassi di intervento future;
  • diffusione e promozione di un approccio Audience-Centric alle comunità culturali ed artistiche dei territori delle CdQ;
  • coinvolgimento attivo della comunità locale valorizzandone le esperienze attraverso la rielaborazione artistica e creando attività culturali che rispondano a tematiche di interesse per la comunità stessa.

I partner del progetto Eroi per Casa:

 

  • l’Impresa Sociale Stranaidea in qualità di Project Manager;
  • le otto Case del Quartiere di Torino (Bagni Pubblici di Via Aglié, Casa nel Parco, Più SpazioQuattro, Casa di Quartiere Vallette, Casa del Quartiere San Salvario, Barrito, Cascina Roccafranca, Cecchi Point);
  • la Cooperativa Liberitutti (ente gestore dei Bagni Pubblici di Via Agliè) come capofila.
    Eroi per casa

    Modelli e strumenti di Audience Engagement

     

    Ogni Casa del Quartiere ha realizzato un’azione pilota di Audience Engagement mettendo a sistema e arricchendo progetti ed eventi culturali già in essere, o sperimentandosi in campi ed esperienze nuovi. Un’occasione per focalizzare e condividere la propria mission: la principale potenzialità delle Case è quella di definirsi sempre di più come corpi urbani capaci di intercettare e decodificare i bisogni culturali di gruppi sociali e pubblici potenziali spesso culturalmente molto lontani dalla fruizione della cultura attraverso i canali e le istituzioni tradizionali. Le Case non sono tanto luoghi produttori di cultura ma piuttosto curatori di contesti e di processi volti a diffondere la cultura ed i benefici ad essa connessi in termini di salute, benessere e partecipazione.

     La programmazione culturale delle Case del Quartiere dipende da fattori esterni poiché espressione delle risorse del territorio in merito a creazione artistica, produzione e offerta culturale. Ambizione della Case è di far interagire la comunità locale, con ricadute a diversi livelli: le PA (Circoscrizioni e Comune), i pubblici delle Case e dei quartieri, le realtà associative e culturali che ne fanno parte e le istituzioni culturali del territorio. Soggetti destinatari e collaboratori fondamentali del processo di coinvolgimento del pubblico.

    Case del Quartiere e giovani

    Miraheroes

    Casa nel Parco

    Target 16 – 25 anni

    Un percorso articolato dedicato ad aumentare e migliorare il coinvolgimento dei giovani nelle attività ricreative e culturali della Casa del Quartiere e dei soggetti attivi del territorio, promuovendo la creazione di rete ed il coinvolgimento attivo dei giovani. Attività:

    • Estate 2019/20: due rassegne estive con appuntamenti espressamente dedicati ai giovani e in partenariato con il centro giovanile (CPG di Strada delle Cacce)
    • percorso di creazione e consolidamento di una rete territoriale di soggetti che lavorano con i giovani (13 realtà coinvolte)
    • co-creazione con i giovani di eventi ad essi dedicati, che favorisca il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei partecipanti: Summer Party – settembre 2019, Red Party – dicembre 2019
    • inserimento e valorizzazione di specifiche iniziative promosse dalla Fondazione Mirafiori sul territorio di Mirafiori sud e dedicate ai giovani all’interno di attività ed eventi della CdQ (Progetto Piazza Ragazzabile, Progetto CU’N’FU – L’arte di immaginare il futuro, selezionato nell’ambito del bando Civica 2020 di Fondazione Compagnia di San Paolo, progetto nazionale Batti il 5, sezione di Mirafiori dopo il Mito)
    • assunzione ai fini dell’azione di una collaboratrice che rientrasse nel range di età del target individuato e che abitasse nel quartiere

     

    Young in Cascina

    Cascina Roccafranca

    Target 16 – 30 anni

    Creazione di proposte e offerte artistico culturali co-create da peer attraverso la creazione di uno young board per affiancare l’ufficio animazione culturale della Casa del Quartiere. Attività:

    • Call aperta ai giovani per la creazione di uno Young Board di Cascina Roccafranca
    • formazione ed accompagnamento dello Young Board (200 ore da gennaio a luglio 2020)
    • creazione di una call per artisti under 35 che ha ricevuto 15 candidature
    • elezione dei vincitori ed organizzazione della rassegna
    • 4 aperitivi artistici co-gestiti e co-creati dallo Young Board che han visto coinvolti più di 100 giovani di età compresa tra i 25 e i 30 anni, del territorio e non
    • valutazione della rassegna e dell’esperienza del Board e valutazione di possibili

    Case del Quartiere e famiglie

    Un Barrito dei piccoli

    Barrito

    Target: bambini (4-10 anni) e famiglie

    Mini rassegna di teatro per bambini in 5 spettacoli accompagnata da eventi ed interventi collaterali (laboratori creativi, attività nelle scuole, eventi di comunità) volti ad ampliare il pubblico ed agganciare le famiglie del territorio. Attività:

     

    • rassegna di spettacolo dal vivo Un Barrito da piccoli
    • piano di comunicazione articolato
    • attività settimanali ed eventi estivi di avvicinamento alla rassegna
    • attività nelle scuole
    • attività di avvicinamento alla lettura in famiglia (progetto Leggermente in famiglia)
    • Barritofono: installazione interattiva per raccogliere messaggi e richieste in merito alla programmazione culturale della Casa del Quartiere
    • questionari e installazioni per conoscere meglio le famiglie (abitudini ed esigenze)

      Piccole storie crescono

      Più Spazio Quattro
      Target: bambini (4-10 anni) e famiglie
      Realizzare una rassegna di teatro per bambini in continuità con quella degli anni precedenti, con particolare attenzione al coinvolgimento e all’empowerment delle famiglie e del pubblico. Attività:
      • Call per artisti per la ricerca degli spettacoli della rassegna (10 compagnie hanno risposto)
      • Call per illustratori per la ricerca dell’illustrazione utilizzata per la card della rassegna (15 illustratori hanno aderito alla call, 134 persone hanno votato)
      • Questionario conoscitivo del pubblico (70 somministrati)
      • 2 Focus group per approfondire i bisogni e i desiderata delle famiglie, sondare gli interessi culturali e scegliere un tema comune per la co-creazione e l’organizzazione di alcuni eventi
      • Organizzazione di eventi e iniziative culturali insieme al gruppo di genitori: Notte Bianca dei bambini (21 realtà coinvolte, 850 partecipanti), Swap Party, Laboratorio creativo-educativo sull’ambiente, Piccola campagna di sensibilizzazione finalizzata a ridurre il consumo di plastica (“porta la tua tazza da casa per la colazione di Piccole Storie”)
      • Incontro con gli organizzatori della Notte bianca dei Bambini di Genova da cui ci siamo ispirati (grazie allo stimolo di un genitore) per condividere modalità e strumenti di lavoro, visioni e future collaborazioni
      • Piano di comunicazione

         

        La Corte dei Miracoli

        Bagni Pubblici di via Agliè

        Target: bambini (3-10 anni) e famiglie

        Rassegna teatrale in cui le compagnie hanno coinvolto le famiglie e i bambini nella co-creazione di uno spettacolo creato e messo in scena nell’arco temporale di un solo pomeriggio. Attività:

        • Call per compagnie, artisti, gruppi e collettivi per la ricerca di spettacoli da inserire in rassegna (6 proposte ricevute)
        • rassegna inedita La Corte dei Miracoli: quattro appuntamenti laboratorio e spettacolo, una volta al mese (media di 34 partecipanti ad evento)
        • questionario di gradimento e di conoscenza del pubblico
        • incontri interni con il collegio dei partecipanti (staff, associazioni, abitanti, gruppi informali che costituiscono i collaboratori stabili della struttura) per la definizione del target, la stesura della call e la selezione degli spettacoli vincitori
        • piano di comunicazione

         

        Domeniche in famiglia

        Cecchi Point

        Target: bambini (3-8 anni) e famiglie

        Rassegna di teatro ragazzi in continuità con quelle realizzate negli anni precedenti ma con una maggiore attenzione alla condivisione delle scelte con le famiglie per rispecchiarne desideri e bisogni. Attività:

        • incontri di confronto con i genitori
        • durante la rassegna coinvolgimento del pubblico nella scelta dell’ultimo spettacolo in programma
        • video-interviste al pubblico per commentare e dare suggerimenti sulla rassegna
        • attivazione del biglietto sospeso in favore di famiglie del territorio

          Case del Quartiere e migranti

          Una mappa a più mani

          Casa del Quartiere San Salvario

          Target: comunità di giovani stranieri (richiedenti asilo e immigrati di prima geerazione) che risiedono a Torino e che in generale non hano una visione delle offerte culturali, ricreative e aggregative che la città mette a disposizione.

           

          Progetto per contrastare il fenomeno di disgregazione comunitaria e di sfalsamento della percezione ostativa sentita dai giovani stranieri rispetto ad alcuni luoghi culturali, recepiti come “chiusi”. Attività (interrotta a causa della pandemia da Covid 19):

          • incontri con i referenti di realtà ed associazioni interessate per la condivisione del progetto e la definizione delle modalità di raccolta dei bisogni
          • Focus group con giovani rifugiati interessati per raccogliere difficoltà, bisogni ed interessi culturali
          • incontro pubblico aperto a tutti (durante la festa annuale della Casa del Quartiere) per la costruzione della Mappa a più mani attraverso un’installazione partecipativa
          • questionario con 10 domande somministrato a circa 25 giovani

             

            Case del Quartiere e rete partecipanti

            Passa da Casa

            Casa di Quartiere Vallette

            Target: rete dei partner stabili della Casa di Quartiere Vallette

            Percorso di accompagnamento rivolto ai partner stabili della Casa del Quartiere per favorire la collaborazione e la co-progettazione e per aumentare l’impatto sul territorio dell’offerta culturale della Casa del Quartiere. Attività:

            • incontri di creazione del gruppo e presentazione della Casa e del contesto del progetto
            • co-creazione con la rete dei partecipanti dell’evento Passa da Casa, primo open day della Casa del Quartiere Vallette (ottobre 2019) dedicato a presentare l’offerta culturale al quartiere (250 partecipanti)
            • creazione di un gruppo di progettazione e confronto tra referenti della Casa del Quartiere e rete dei partecipanti
            • co-creazione di una rassegna di cinema all’aperto nell’autunno 2020 (selezione dei film, crowdfunding, votazione aperta dei film da proiettare attraverso i social, campagna di comunicazione e realizzazione delle serate), con una media di 35 spettatori per serata

               

              Compagnia di San Paolo
              ENCC
              lo stato dei luoghi